Altre Informazioni
Chi siamo La Confraternita della Misericordia (CDM) nasce nel 1577 con le funzioni di una moderna Conferenza di S. Vincenzo. e dal 1678 il Santuario dell'Annunziata è sotto la sua cura e custodia. Ad oggi conta su 150 iscritti e attraverso la formazione di Gruppi di Volontariato è operativa sul territorio chierese a favore della Comunità.
Dove siamo Vieni a trovarci. Siamo a Chieri in Piazza Trieste n. 1, presso il santuario dell'Annunziata.
Newsletter
Iscriviti alla newsletter. Riceverai periodicamente le notizie sulla Confraternita, le nostre attività e ci conoscerai di più.

 

Dipinto dell’Annunziata

Cartello lavori affresco

Dipinto dell’Annunziata

Sono iniziati i lavori per il restauro del dipinto dell’Annunziata, grazie alla sponsorizzazione offerta dalla Consulta dell’Associazione dell’Unione Industriale, che ci ha dato la possibilità di eseguire il progetto.

Il dipinto è in Santuario dalla nascita dell’Ospedale di Ansulita, fondato dalla famiglia Gribaldi nel 1270, per il quale fu chiamato un pittore di scuola fiamminga a dipingere l’ Annunciazione.

Ne risultò un affresco su di un muro, forse all’ingresso dell’edificio, che ritraeva la Vergine e l’Angelo e che ancora oggi possiamo vedere in Santuario, collocato sopra l’Altare Maggiore. (per maggiori notizie vai alla pagina Santuario)Affresco Annunziata

Il progetto esecutivo del restauro è stato controllato e completamente documentato

dalla Sovrintendenza. delle Belle Arti e consiste nel consolidamento della superficie del dipinto e nell’opera di pulitura, che avverrà con l’intervento della restauratrice Maria Concetta Capua.

L’iniziativa per il restauro è nata nel 2014 con la collaborazione del dott. Alberto Marchesin, membro della Confraternita, che, su incarico del Rettore don Gianni Sacchetti, ha seguito l’iter operativo, realizzato anche grazie all’interessamento della dott. Ragusa, allora funzionario della Sovraintendenza delle Belle Arti.

A Maggio abbiamo finalmente visto l’avvio dei lavori.

Non ci sono commenti

Pubblica commento