Altre Informazioni
Chi siamo La Confraternita della Misericordia (CDM) nasce nel 1577 con le funzioni di una moderna Conferenza di S. Vincenzo. e dal 1678 il Santuario dell'Annunziata è sotto la sua cura e custodia. Ad oggi conta su 150 iscritti e attraverso la formazione di Gruppi di Volontariato è operativa sul territorio chierese a favore della Comunità.
Dove siamo Vieni a trovarci. Siamo a Chieri in Piazza Trieste n. 1, presso il santuario dell'Annunziata.
Newsletter
Iscriviti alla newsletter. Riceverai periodicamente le notizie sulla Confraternita, le nostre attività e ci conoscerai di più.

 

Il Carrello del Santuario 2020

grazie

Il Carrello del Santuario 2020

Nel 2020 il Carrello del Santuario ha raccolto più di 2 tonnellate di viveri, utili per oltre 4.700 pasti.

Malgrado la temporanea chiusura del Santuario da Marzo a Giugno e le restrizioni negli spostamenti, grazie sia alla vostra disponibilità che alle vostre offerte in denaro,  abbiamo raccolto 2.408 chili di:

  • Biscotti, caffè, cioccolato, marmellata Kg  727
  • Pasta, riso, farina                                     Kg  723
  • Cibi in scatola                                            Kg  443
  • Latte                                                             Kg  325
  • Olio                                                               Kg  138
  • Omogeneizzati e pappe                            Kg    52

distribuiti con l’aiuto delle Conferenze Vincenziane di San Giovanni Bosco e Maria Immacolata, Reciprocamensa e i Volontari della Confraternita, offrendo qualcosa di buono anche per il pranzo di Natale. Un piccolo aiuto a persone e famiglie meno fortunate, che è operativo da più di sei anni nella nostra Confraternita dell’Annunziata a Chieri.

Grazie a tutti.

2 Commenti
  • Diana Barbieri
    Rispondi

    Non frequentando da mesi il Santuario, per necessità e scelte legate alla situazione attuale, la mia partecipazione a questa bellissima iniziativa si è molto rarefatta. Vorrei esprimere il mio apprezzamento e il mio grazie a tutti coloro che stanno coraggiosamente continuando a lavorare sul campo in questa bella iniziativa di solidarietà e di concreta vicinanza ai problemi delle persone. È una goccia nel mare ma anche un segno di speranza in mezzo alla marea degli egoismi che rischiano di ottenebrare la nostra percezione del bene. Buon lavoro.

    7 febbraio 2021 at 8:28
  • SILVANA PAPETTI
    Rispondi

    Grazie Diana. Il Gruppo Carrello esiste per trasmettere la solidarietà che riceve, sempre pronto ad accogliere chi possa aiutarlo ogni domenica a pesare e inscatolare quanto raccolto nel Carrello.
    E credimi: comunque sia, sei sempre dei nostri.
    Il Gruppo Carrello

    8 febbraio 2021 at 17:32

Pubblica commento